Vi aiutiamo a padroneggiare la tecnica del collegamento

Il nostro team di esperti mette a vostra disposizione il proprio know-how ed esperienza in fatto di tecnica del collegamento. Vi invitiamo a leggere queste interessanti documentazioni.

DIN 7500
Lo standard DIN 7500 fu pubblicato per la prima volta verso la fine degli anni settanta e, da allora,
è stato aggiornato più volte. Contemporaneamente alla pubblicazione della norma DIN 7500-2
"Valori indicativi per i diametri dei fori" lo standard per le viti è stato chiamato DIN 7500-1. Tuttavia,
le viti sono spesso chiamate semplicemente DIN 7500.

Le DIN 7500 sono viti autoformanti per metalli che, in fase d’installazione, creano una filettatura
metrica ISO. I costi di lavorazione totali e la resa del giunto possono essere ottimizzati allo stesso
tempo per un gran numero di applicazioni. Questo è il motivo per cui le viti DIN 7500 sono
diventate così famose nel corso degli anni e continuano ad essere il dispositivo di fissaggio
preferenziale in molte situazioni. Peter Witzke, del team di esperti Bossard, chiarisce i vostri dubbi a proposito di:

  • Sistemi di formatura del filetto trilobulare
  • Spiralform
  • Informazioni tecniche e vantaggi
  • Viti standard e sviluppi particolari

Registratevi per scaricare la documentazione 

Soluzione di fissaggio per materiali compositi
di Matthew Stevens, Managing Director, bigHead® Bonding Fasteners Ltd

Con l’incremento dei materiali compositi sia nella gamma delle applicazioni che nel volume,
continua a crescere la sfida per trovare la corretta soluzione di fissaggio. Questo documento
esplora alcune soluzioni di fissaggio affidabili in un mercato in rapida crescita.

  • Che cos’è un materiale composito?
  • La crescita dei materiali compositi
  • La sfida del fissaggio nei materiali compositi
  • Elementi di fissaggio incorporati nei materiali compositi
  • Superficie di incollaggio su materiali compositi

Registratevi per scaricare la documentazione 

Infragilimento da idrogeno – il killer silenzioso
L'infragilimento dei metalli provocato dagli atomi di idrogeno non è una novità. I primi documenti risalgono al 1875, più di un secolo fa. Nonostante ciò la consapevolezza del rischio di infragilimento indotto dall'idrogeno, in particolare per gli elementi meccanici di collegamento, richiede un’attenzione molto più approfondita. 

Ecco il motivo:

il cedimento di un elemento di collegamento causata dall'infragilimento indotto dall'idrogeno si verifica col tempo. La rottura non avviene durante l’assemblaggio dell'elemento di collegamento, bensì dopo ore, giorni se non addirittura dopo settimane.  A causa della sua natura ‘ritardata’ è pressoché impossibile individuare l'infragilimento indotto dall'idrogeno durante i controlli di processo o i controlli di qualità in accettazione.

Molto spesso i prodotti finali sono già stati assemblati e consegnati. Questo problema ha causato danni economici a molte aziende che hanno dovuto organizzare delle campagne di richiamo. Il danno all’immagine di un marchio è incalcolabile. Può accadere in qualsiasi momento. L'infragilimento indotto dall'idrogeno è un killer silenzioso!

La documentazione è redatta in forma di domande e risposte sull'infragilimento indotto dall'idrogeno, in particolare nelle applicazioni della tecnica del collegamento. Peter Witzke, del team di esperti Bossard, chiarisce i vostri dubbi a proposito di:

  • fondamenti dell'infragilimento indotto dall'idrogeno
  • penetrazione dell’idrogeno negli elementi di collegamento
  • diffusione dell’idrogeno nelle zone altamente sollecitate dell'elemento di collegamento
  • posizionamento dell’idrogeno fra gli interstizi dei grani, inclusioni, dislocazioni ed altre trappole
  • raggiungimento del livello di stress critico della concentrazione d’idrogeno
  • prevenzione e deidrogenazione
  • procedimento per la ricerca dell'idrogeno negli elementi di collegamento

Registratevi per scaricare la documentazione 

Gli elementi di collegamento dovrebbero essere riutilizzati?

Il riutilizzo di viti, dadi e bulloni sembra possa far risparmiare sui costi. Ma non è così.

Martin Rüedy del team di esperti Bossard sconsiglia di riutilizzare gli elementi di collegamento in riferimento a:

  • sicurezza del montaggio
  • protezione dalla corrosione
  • qualità del trattamento superficiale
  • durata
  • efficienza della produzione – costi di assemblaggio

Registratevi per scaricare la documentazione 

Corrosione

Cos’è la corrosione?

La corrosione è un fenomeno che può verificarsi quando diversi componenti metallici sono a contatto fra loro. Quando parliamo di corrosione la prima cosa che ci viene alla mente è un pezzo di metallo arrugginito. Se però chiediamo ad un esperto, la risposta non sarà così semplice. La corrosione può essere infatti di colore e forme differenti. Ma allora, cos’è veramente la corrosione? Cosa la provoca? Com’è possibile evitarla?

Nella documentazione allegata troverete informazioni sulle diverse tipologie di corrosione e le modalità per prevenirla. Doug Jones del team di esperti Bossard vi chiarirà le idee a proposito di:

  • corrosione uniforme
  • corrosione interstiziale
  • corrosione galvanica
  • corrosione per vaiolatura
  • corrosione intergranulare
  • infragilimento da idrogeno

Registratevi per scaricare la documentazione 

L'elemento di collegamento si allenta? Non perdetelo!

Dalla generazione di energia all’automazione, dai sistemi di trasporto agli equipaggiamenti ricreativi e sportivi, dagli apparecchi per comtrolli e misurazioni alla tecnologia nel campo sanitario, dai gadget digitali ai giocattoli per bambini: gli elementi filettati di collegamento sono utilizzati per assemblare tutti questi prodotti.  I collegamenti filettati presentano molti vantaggi ma anche dei punti deboli. Una delle sfide dei collegamenti filettati è il disserraggio.

L'argomento del disseraggio non manca mai di attirare l’attenzione dei progettisti, degli specialisti della produzione, degli esperti di ingegnerizzazione del prodotto e dei responsabili di manutenzione e sicurezza. Il motivo è chiaro: qui si tratta della sicurezza!

Michael Kaas del team di esperti Bossard ritiene l’argomento disserraggio come una delle sfide determinanti della tecnica del collegamento e vorrebbe condividere alcune ipotesi a proposito. Scoprite maggiori informazioni su

  • tipologie di testa
  • dadi
  • caratteristiche autobloccanti delle filettature
  • adesivi preapplicati
  • rondelle

Registratevi per scaricare la documentazione 

Il grippaggio negli elementi di collegamento in acciaio inox

I vostri elementi di collegamento sono regolarmenti soggetti a grippaggio e questo vi causa dei problemi? In questo articolo specializzato oltre a conoscere le cause della saldatura a freddo troverete descritte le soluzioni mirate per prevenire l'insorgenza del grippaggio.

Gli elementi di collegamento sottoposti ad elevate sollecitazioni o ad alte temperature sono particolarmente a rischio. In particolare, quando gli elementi di collegamento ed i componenti sono realizzati con materiali diversi e il coefficiente di attrito è elevato può insorgere la saldatura a freddo o il grippaggio.

 Questa sfida può essere affrontata e vinta prendendo delle opportune misure preventive in fase di produzione quali l'adozione di un adeguato rivestimento superficiale. Garg Deepak, del team di esperti Bossard, descrive in questo documento alcune soluzioni concrete.

Infine vengono rese note quelle fonti che possono servire nella pianificazione e nella messa in pratica delle soluzioni per collegamenti.

Panoramica dei contenuti: 

  • cause della saldatura a freddo
  • il grippaggio e le sue cause
  • i processi produttivi e il grippaggio
  • elementi di collegamento per alte temperature e il grippaggio
  • prevenzione del grippaggio
  • rivestimenti sigillanti
  • rivestimenti tribologici

Registratevi per scaricare la documentazione 

La giusta soluzione

La principale funzione degli elementi di collegamento è quella, ben nota, di garantire un montaggio ed una manutenzione semplici. Ingegneri e progettisti sono continuamente alla ricerca dell'elemento idoneo per nuove sfide della tecnica di collegamento.

L'autore di questo articolo specializzato, Francis Khoo del team di esperti Bossard, analizza come sia possibile aumentare la produttività e, contemporaneamente, ridurre i rischi semplicemente selezionado i giusti elementi di collegamento. Viene spiegato quali requisiti devono avere gli elementi di collegamento e come, grazie alla scelta dell'elemento giusto, sia possibile realizzare un design del prodotto che sia funzionale e sicuro allo stesso tempo.

Inoltre troverete dei collegamenti utili alla pianificazione e alla realizzazione di aclune soluzioni di collegamento.

Panoramica dei contenuti: 

  • prefazione
  • obiettivi
  • disponibilità
  • decisione
  • conclusioni
  • informazioni su Bossard Engineering Services

Registratevi per scaricare la documentazione 

PDF  |  Stampa